Leggi i nuovi documenti nella library!

BLOG

I cornetti del cardinale

il blog di stefano Nov 09, 2021

Confesso di avere un debole per i napoletani. Trovo affascinante, divertente e ricco d’insegnamenti il loro approccio alla vita, scanzonato, pragmatico e serenamente rassegnato alla vita da cui - perché no? – trarre il meno peggio.

All’incirca mezzo millennio fa proprio a Napoli vide la luce Carlo Carafa: un personaggio turbolento e godereccio che fu persino nominato cardinale da suo zio, il papa Paolo IV, pochi anni prima di finire strangolato per ordine del pontefice che sedette sulla cattedra di Pietro dopo lo zio. Una frase che potrebbe non essere sua ma che ne illustra la napoletanità è “vulgus vult decipi, ergo, decipiatur” che, per chi avesse distrattamente dimenticato l’idioma degli avi, traduco non proprio alla lettera grammaticale ma rispettandone il senso in “la gente pretende di essere imbrogliata e, allora, imbrogliamola.”

Ormai diversi anni fa mi trovavo a Napoli e percorrevo a piedi Via San Gregorio...

leggi tutto...

Le favole terrificanti

il blog di stefano Oct 27, 2021

Di certo io non sono un esperto di psicologia, ma i tanti (troppi) anni passati su questo pianeta e i tanti (mai troppi) viaggi con tutto quanto ne è conseguito mi hanno forse fatto diventare “del mondo esperto, e delli vizi umani e del valore” come l’Ulisse dantesco.

Poter osservare da vicino i bambini mi ha spalancato una finestra rivelatrice sugli adulti, e tra le non poche situazioni di cui sono stato tante volte spettatore e anche protagonista è stata la constatazione di come i bambini amino essere spaventati e rassicurati a un tempo. Molte delle favole ormai diventate classiche contengono alcuni elementi terrificanti, quando terrificanti non sono per intero. Ciò che le rende attraenti è il fatto di ascoltarle da chi stringe in braccio l’ascoltatore, nel nostro caso il bambino, e gli assicura una protezione indubitabile. Insomma, il male e la sua sconfitta certa.

Non ci si può non aspettare che nessuno si serva a...

leggi tutto...

Il male assoluto

il blog di stefano Oct 26, 2021

Se mi è facile affermare che non ho prove dell’esistenza di dio e ancor meno ne ho dell’esistenza del dio vistosamente antropomorfo tanto da essere designato con la lettera maiuscola, mi è molto difficile sostenere che non esistono prove dell’esistenza del male assoluto. Così, in breve, si potrebbe concludere che l’esistenza di dio è provata, almeno per quanto mi riguarda, dall’esistenza del suo contrario.

Non è mia intenzione ripercorrere, pur magari anche solo a grandi linee, l’elenco delle malvagità che connotano tanti “potenti” giù fino alle più miserabili tra le loro vittime trasformate in sicari. La loro crudeltà si tinge delle sfumature più diverse e forse impensabili, dalla raffinatezza alla più feroce grossolanità.

Senza che mai la storia dell’umanità abbia raggiunto i livelli di questa congiuntura né mai una tale estensione...

leggi tutto...

Lo schiaffo del soldato

il blog di stefano Oct 25, 2021

Tra le centinaia di messaggi che ricevo quotidianamente, nell’occasione a proposito del post Che TEMPO Fa, me ne arriva uno che ha il pregio della concisione, oltre che del rigore logico.

Lo riporto verbatim, omettendo l’indirizzo del mittente:

“In merito al rapporto ISS del 05/11/2021 divulgato da "IL TEMPO", ma che in realtà viene aggiornato con le stesse percentuali già da aprile 2020 (Mario Giordano docet...), mi preme farLe notare che in quelle tabelle non viene affatto detto che 3.783 poveri Cristi sono morti di CoVID-19, bensì si mette in chiaro molto di più.

Il rapporto ISS, infatti, spiega pubblicamente che i 130.468 pazienti deceduti erano semplicemente POSITIVI AL VIRUS SARS-CoV-2, NON ALLA MALATTIA CoVID-19!!!

Quindi, per assurdo (ma neanche poi tanto...) di/con CoVID potrebbe anche non essere morto nessuno!!!

Io, del resto, ho imparato da Lei che risultare positivi ad un virus, significa semplicemente

non aver cercato gli...

leggi tutto...

Che TEMPO fa

il blog di stefano Oct 23, 2021

IL TEMPO è un quotidiano un po’ strano. Naturalmente, io non ho idea di come si sostenti, ma ho l’impressione che, non essendo probabilmente gradito a chi dispone del denaro pubblico, possa non godere delle sovvenzioni che il popolo italiano, generosamente, riserva ai cosiddetti media per pubblicare ciò di cui egli stesso, il popolo pagante, deve essere convinto (https://www.mise.gov.it/index.php/it/198-notizie-stampa/2041643-operativo-il-fondo-da-50-milioni-di-euro-per-le-radiotelevisioni-locali).

Oggi, su IL TEMPO, leggo un articolo reperibile all’indirizzo https://www.iltempo.it/attualita/2021/10/21/news/rapporto-iss-morti-covid-malattie-patologie-come-influenza-pandemia-disastro-mortalita-bechis-29134543/?fbclid=IwAR1SIrFLRSQu1OHJE2Ko5uKgBKBVllml2aCmR_Hv9L6SSH9FSAAUQjZUAyg

Se lo riporto integralmente sotto è perché non sono sicuro che resti leggibile.

Molto in breve, Franco Bechis riporta ciò che ci comunica l’ente...

leggi tutto...

L'infelicitĆ  degli odiatori

il blog di stefano Oct 21, 2021

Non sono uno psicologo né uno psichiatra né un antropologo: nella vita io faccio altro e non ho la minima intenzione d’invadere territori che non mi competono. D’invasori, chi banalmente ridicolo, chi pericoloso, ne abbiamo fin troppi. Senza pretese, mi limito a fare qualche considerazione da persona che ha abbondantemente superato la soglia della vecchiaia e, come è ovvio, ha raccolto qualche esperienza. E la mia considerazione riguarda l’odio, un sentimento ignoto a tutta la zoologia con l’eccezione di quella che Desmond Morris chiamò la Scimmia Nuda, vale a dire l’Homo sapiens.

L’odio fa parte a buon diritto della frazione oscura della psiche: una frazione condivisa con la paura della quale è fratello gemello, una frazione dell’irrazionalità capace di prendere possesso dello strumento che dovrebbe avere come motore la ragione diventandone padrone incontrastato.

Sollecitare quella frazione è...

leggi tutto...

Knockin' on hell's door

il blog di stefano Oct 20, 2021

Non è solo doloroso scrivere qualche riga a proposito del lungo momento che stiamo vivendo: è inutile.

Chi ha voglia di dedicare cinque minuti a qualcuno che canta fuori del coro legga https://www.affaritaliani.it/politica/freccero-vi-spiego-cosa-accaduto-con-la-pandemia-cosa-accade-ora-762715.html?refresh_ce . Carlo Freccero è persona colta, intelligente e, soprattutto, onesta. Per questo sta perdendo la battaglia che tenta eroicamente di combattere. La società che, un po’ per ingenuità ma molto per pigra ignoranza, ci siamo lasciati crescere addosso e con cui ci siamo lasciati costringere come fosse una camicia di Nesso è ormai nel carniere di un’élite che, se non fossi un agnostico, non esiterei a definire satanica. E in quel carniere si affollano i complici quotidianamente acquisiti, chi per nuova, ipnotica convinzione, chi per violenta costrizione, e quei complici sono i guerrieri più accaniti al fianco di chi...

leggi tutto...

La storia si ripete. O no?

il blog di stefano Oct 18, 2021

Giambattista Vico, filosofo, giurista e, in un certo senso, storico vissuto a cavallo tra Seicento e Settecento, è per lo più conosciuto per la sua tesi secondo cui le situazioni storiche si ripresentano ciclicamente. Non è mia intenzione annoiare il Lettore con commenti, peraltro dilettanteschi, a quel proposito. Ciò che mi pare di poter affermare è che oggi stiamo vivendo, chi da protagonista e chi da pur indispensabile comparsa, un momento della storia dell’umanità che non ha uguali nel passato. Questo perché mai una dittatura ha coinvolto la salute dei sottomessi né mai ha raggiunto dimensioni e diffusioni planetarie.

Credo sia inutile ripetere come una maggioranza crescente di governi, alcuni dei quali “insospettabili” fino a poche settimane fa, stia imponendo a coloro che furono cittadini ma ora trasformati in sudditi regole che stridono con le leggi e con la dignità personale. Altrettanto inutile...

leggi tutto...

Ricordiamoci del generale

il blog di stefano Oct 12, 2021

In nome della tolleranza, si accetta, magari a denti stretti, davvero tanto, ma quando si esagera…

Approfittando malignamente delle falle della democrazia, i soliti terrapiattisti hanno preso l’abitudine, direi quasi la licenza, di organizzare manifestazioni di piazza contro la scienza, quella vera, la sola, quella che televisioni e giornali si sforzano quotidianamente di regalarci attraverso le illuminazioni di scienziati che, per ammirevole modestia, erano restati pudicamente nell’ombra per decenni, fuori dalle vergognose passerelle di chi si era permesso di allestire ricerche prive dei permessi necessari emessi dai benefattori farmaceutici. Passi: la democrazia costringe a questo. Per fortuna, per non far sì che qualche minorato psichico sia infettato dal cattivo esempio, con la saggezza che li onora, i mezzi di vera informazione tacciono o, se riportano qualcosa, praticano forti sconti sui numeri dei partecipanti e sulla frequenza di quelle sceneggiate....

leggi tutto...
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.