NEWS: Un nuovi incontri con Montanari: il Dr. Francesco Oliviero. Un nuovo corto e la diretta di sabato scorso.

Il Blog di Stefano

Chicchirichicchio!

il blog di stefano Apr 08, 2021

Nella mia ormai fin troppo lunga vita ho conosciuto una grande varietà di persone: uomini della strada, poveracci, industriali, medici, scienziati veri e fasulli, premi Nobel, atleti, cantanti, scrittori, giornalisti, attori... E, tra gli attori, qualche comico.

Di nessuno ho mai provato invidia, ma di non pochi di loro ho provato la sua sorella nobile: l’ammirazione, un’ammirazione destinata in primis a chi si distingue esercitando i suoi talenti su fronti diversi.

Oggi la mia ammirazione è tutta per Massimo Galli: il professor Massimo Galli. Non solo è un grandissimo medico noto all’Universo e in altri siti, ma risplende pure come uomo di scienza, di regime e, a sorpresa per qualcuno, ora ci abbaglia in qualità di comico. La battuta dei vaccini che “funzionicchiano” è irresistibile (https://www.adnkronos.com/galli-reinfezioni-in-vaccinati-colpa-di-variante-inglese_49Of9XhO1efCtrj4FncZKv e ...

leggi tutto...

Guten Appetit!

il blog di stefano Apr 07, 2021

"N'ont-ils pas de pain? Alors, laissez-les manger des croissants! "

Che la regina Maria Antonietta abbia pronunciato davvero quelle parole alle soglie della Rivoluzione è quanto meno dubbio. Comunque sia, ci sta con il personaggio. E altrettanto bene ci starebbe con i nostri saggi politici che hanno bacchettato gli screanzati che si sono permessi di uscire criminalmente per strada pretendendo addirittura di mangiare. Mica a sbafo come loro! Lavorando! Sì: un numero crescente di contribuenti di questo paese di cui persino il Creatore si è preso affettuosamente gioco attribuendogli una significativa conformazione geografica si sta rendendo conto che così non può funzionare.

Per oltre un anno, grazie ad una preparazione accurata intrapresa ormai un bel po’ di tempo fa e costellata di capolavori come, tra gli altri, l’“immunità di gregge”, un piccolo esercito di prodi si è prodigato per far credere alla...

leggi tutto...

Io sto con Beppe

il blog di stefano Apr 06, 2021

Fu di certo una serie di spettacoli entusiasmanti.

Allora si chiamò, almeno per qualche tempo, Place de la Révolution prima di essere ribattezzata, magari con un filo d’ipocrisia, Place de la Concorde.

In un paio d’anni, nel periodo del cosiddetto Terrore, in quella piazza 1.119 teste caddero nel cestino piazzato sotto la ghigliottina accompagnate dal giubilo di migliaia di persone “comme il faut” che pazientavano ore, accalcandosi per godere dello spettacolo.

Tra quelle teste cadde pure quella di Antoine Lavoisier.

Del resto, secoli prima, i circhi romani offrivano spettacoli ancora migliori e, comunque, le torture pubbliche e le esecuzioni hanno sempre riscosso grande successo di pubblico. Colpevoli o innocenti non aveva importanza: il mostro doveva esistere e lo si doveva punire come “meritava”.

Per fortuna, oggi quella barbarie fa parte del passato. Oggi siamo razionali, siamo giusti... O no?

In fondo, da che l’Homo sapiens...

leggi tutto...

Scusate

il blog di stefano Apr 06, 2021

Vengo informato ora: pare che il comunicato del S.U.P.U. che ho pubblicato ieri sia pieno di errori.

Essendo venuto a conoscenza di chi ne sia l’autore o, almeno, l’ispiratore, devo dire di non esserne affatto meravigliato.

Insomma, fateci la tara.

Questo mi sia d'insegnamento.

Il resto rimane.

 

leggi tutto...

Le galline della bisnonna

il blog di stefano Apr 05, 2021

No, cari animali da reddito: nessun complotto. Semplicemente lo sviluppo e lo sfruttamento della tecnologia, una tecnologia che permette di agire sui cervelli (anche quelli bonsai e, anzi, con quelli la tecnologia lavora meglio) inducendoli ad esprimere pensieri che non sono i loro e a comportarsi di conseguenza.

In questo modo, esseri zoologicamente appartenenti all’umanità sono trasformati in bestiame che, nella migliore delle circostanze, tira carretti e aratri, e, nella peggiore, allieta le mense dei bulimici padroni.

Quando mia bisnonna tirava il collo a una gallina, aveva l’accortezza di prepararla facendole bere un po’ di liquore. Con questo otteneva tre risultati: il primo era quello di non doverla inseguire, il secondo quello che la carne risultava più tenera, e questo grazie al terzo motivo: la gallina lasciava il mondo in allegria e non s’irrigidiva nel corso del pur breve trapasso.

Voi, cari animali da reddito, siete la traduzione...

leggi tutto...

Divieto d'accesso

il blog di stefano Apr 04, 2021

Giusto una precisazione.

Tra i pochi frequentatori di questo blog c’è anche qualche imbecille.

Nel caso specifico, l’imbecille di turno sostiene che la vicenda dei feti usati per fabbricare i vaccini sia falsa e smentita, non è chiaro da chi, forse dalla tibbù, forse dagli abusivi del parlamento, forse dal signor dottore, forse dal reverendo curato.

Se l’imbecille di turno avrà la pazienza di leggere ciò che i produttori stessi dei vaccini pubblicano e stampano sulle confezioni, forse si accorgerà non solo di essere un imbecille ma di essere un assassino seriale.

Ora prego chi è al di sotto di un certo quoziente intellettivo di astenersi dall’entrare in questo blog perché non è un posto adatto. Qui chiunque può esprimere le proprie opinioni a patto che siano caratterizzate da onestà, e l’imbecille di turno non ha questa caratteristica.

leggi tutto...

Buona Pasqua con l'anello al naso

il blog di stefano Apr 04, 2021

Stamattina ho ricevuto una piccola valanga di messaggi di auguri di Pasqua. Spero di essere compreso e scusato se non ce la farò a rispondere a tutti. Del resto, gli auguri di rito li avevo già fatti venerdì sera nel corso del solito collegamento con chi è iscritto a Free Health Academy.

Oggi è la seconda Pasqua che passiamo con l’anello al naso. Temo che non sarà l’ultima e, anzi, temo che siamo solo all’inizio.

Mai, in tutta la storia dell’umanità, eravamo piombati nella prigione di un regime non solo planetario ma capillarmente feroce, e mai come ora è esistito, a qualunque livello, un regime che si sia impossessato non solo dei patrimoni e delle libertà elementari, ma della prole e delle menti delle proprie vittime spogliate del futuro. Questo è il sogno proibito di qualunque dittatore, e il sogno si è avverato.

Ieri, nel paesino in cui abito, sono uscito a piedi con mia moglie...

leggi tutto...

Santa Romana Chiesa e i sacrifici umani

il blog di stefano Mar 30, 2021

Credo di essere sempre stato chiaro a proposito della mia posizione religiosa: io sono agnostico. Lo sono per modestia perché, forse “rovinato” da un’educazione scientifica, ho bisogno di prove che reggano a qualunque falsificazione, come avrebbe detto Karl Popper. Insomma, non occupo nessuna posizione perché non ho prove.

Ciò non toglie che io abbia il massimo rispetto per chiunque professi una qualunque religione. Questo, però, a patto che la religione sia professata con coerenza. Ciò che non riesco a tollerare è l’ipocrisia e, ancora di più, la disonestà, specie se questa conduce alla corruzione.

Non so con quanta sorpresa da parte mia, visto che, in fondo, me lo sarei dovuto aspettare, un amico molto più addentro di me negli affari della Chiesa cattolica m’informa che sabato prossimo le chiese italiane ospiteranno un rito che non sarà quello della discesa agl’inferi di...

leggi tutto...

Bravi!

il blog di stefano Mar 24, 2021

Come qualunque costituzione nazionale, anche la nostra inizia con l’articolo 1, quello in cui si mettono subito in chiaro le cose. Per noi è: “L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.”

Come oggi si possa definire democratica l’Italia è cosa che mi sfugge, e così mi sfugge come possiamo fondarci sul lavoro quando il lavoro viene vietato da chi dovrebbe garantirlo, peraltro in coppia con la democrazia.

Ma la dichiarazione più buffa è la seconda: quella secondo cui noi, il popolo, siamo sovrani e quella sovranità la esercitiamo secondo quanto la Costituzione prescrive. Fosse davvero così, il parlamento sarebbe vuoto.

Forte del privilegio di essere alla soglia dei 72 anni e, dunque, vicino alla dirittura finale della mia maratona, non mi va di far notare a italiani, italioti, covidioti e a...

leggi tutto...

Il dottore non รจ in casa

il blog di stefano Mar 11, 2021

Non passa giorno, feste comandate comprese, senza che io riceva messaggi che paiono fotocopie o telefonate che paiono registrazioni ripetute.

Il riassunto è che i medici rifiutano le visite domiciliari e spediscono automaticamente i pazienti all’ospedale. Il tutto via telefono. A margine, di quello che mi raccontano sulle degenze non mi va di parlare.

Premesso che ancora qualche medico che fa il medico c’è, non si può non constatare che, per questi, si tratta di rarità sempre più rare. E premetto pure, in risposta ai messaggi di cui sopra, che io non posso farci nulla perché non ho alcun potere, faccio un altro mestiere e, comunque, ho un’etica diversa.

Il fatto è che i medici sono sempre meno capaci di fare ciò cui la loro “vocazione” (virgolette) li dovrebbe sollecitare, e le ragioni sono abbastanza facilmente spiegabili.

Già da tempo esiste, ed è d’importazione americana, la...

leggi tutto...
1 2 3 4 5 6 7
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.