Tutte le dirette aggiornate!

BLOG

Bisognano almanacchi?

il blog di stefano Dec 31, 2021

“Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?”

Credo che mi accada senza volerlo: alla scadenza di ogni anno, puntuale, mi ritorna ogni volta in mente Giacomo Leopardi e il suo Dialogo di un venditore d'almanacchi e di un passeggere”. Roba vecchia. Roba saggiamente cancellata dalle scuole al passo con i tempi. Roba di cui non parla la TV, e, se non ne parla la TV… Roba, in fondo, nemmeno tanto originale per la quale non si perde più tempo. “Che pacchia governare un popolo d’ignoranti!” pare esclamasse lo statista Adolf Hitler stabilendo un caposaldo a modello della politica corrente.

Chissà perché, da sempre ci s’illude che il 1° gennaio arrivi la svolta e tutti i mali del mondo trovino una soluzione felice. E poi? E poi ci si sveglia il 1° gennaio per accorgersi che quello altro non è...

leggi tutto...

Apandemia

il blog di stefano Dec 30, 2021

Nell’incubo che stiamo vivendo, la censura è una componente indispensabile.

Oggi non ci si limita più, banalmente, a censurare le notizie come si fa da sempre in corso di qualunque dittatura. Oggi si censura la scienza, quella fatta di prove sperimentali e di confronti, e se ne cancella persino la storia. Oggi, nella frenesia grottesca di un regime ormai imperante a livello planetario, si arriva a censurare addirittura la documentazione pubblicata dagli enti dello stato. Un esempio? I documenti in tema di poliomielite indotta dal vaccino. Oggi le tasse versate dalle cavie della più grande sperimentazione farmacologica e sociologica della storia umana servono anche a remunerare i mezzi di cosiddetta informazione che si rendono disponibili a diffondere le “notizie” gradite ai padroni, vere, modificate o inventate di sana pianta che quelle siano. Oggi trovare un editore disposto a rischiare i “malumori” di chi comanda è impresa...

leggi tutto...

Obbligatori?

il blog di stefano Dec 30, 2021

Credo sia evidente che io non sono un indovino, tanto più se si tratta di pronosticare le mosse di personaggi caratterizzati da intelligenza mediocre, cultura assente e altre peculiarità su cui è prudente che io non mi esprima, e non mi esprimerò. È opportuno, poi, meditare sul grado di libertà di questi personaggi che potrebbero essere nient’altro che esecutori di ordini. Sia chiaro: non mi riferisco a nessuno in particolare, ma faccio un discorso generale.

Premesso ciò, provo a rispondere a chi continua a sollecitare il mio “oracolo” in tema di obbligatorietà di sottoporsi al ricevimento di quella serie di prodotti chiamati bizzarramente vaccini.

Qui io posso esprimere solo un’opinione basata, purtroppo, su quanto sarebbe fatto da una persona, o un gruppo di persone, dotate di un quoziente intellettivo normale. Questo al di là di ogni giudizio morale.

Bene, tenuto conto di questo limite, a mio...

leggi tutto...

Lettera di una professoressa

il blog di stefano Dec 23, 2021

Ormai me ne sono reso conto e, come quando perdevo una gara (il che succedeva spesso), accetto la sconfitta.

La mia è stata una vita sprecata: libri, laboratori, sale operatorie in giro per il mondo, congressi, confronti scientifici... A che cosa è servito? Accendete la TV e vi accorgerete di qual è la strada da percorrere.

No: non è mia intenzione piangermi addosso. Ho semplicemente sbagliato strada come ho fatto chissà quante volte in montagna o quando, da solo, mi sono fatto il Cammino di Santiago.

L’amarezza maggiore che provo insieme con quella che mi danno i miei coetanei al massacro è per il macello che stanno subendo i nuovi arrivati in questo mondo, un macello messo in atto nella carne e nello spirito. E quale tecnica è più efficace per possederli di un allevamento alla luce nera dell’ignoranza?

La prima cosa da fare, beninteso insieme con quanto permettono tecnicamente TV, radio, Internet, videogiochi e...

leggi tutto...

Della scientificità dei nuovi Brutos

il blog di stefano Dec 22, 2021

No, ragazzi: non m’inondate di messaggi nei quali insultate il trio che ha colmato il vuoto lasciato dai Brutos. Forse non avete capito. Si tratta di tre luminari, tanto luminari da aver finalmente rivelato che Luc Montagnier è un ciarlatano rimbambito. Qui si potrebbe obiettare che a loro piace vincere facile: esibendo le loro illuminanti scoperte, rivoluzionarie nel mondo della medicina, surclassano il povero Luc, del quale, come se non bastasse la sentenza dei nostri geni passata irrevocabilmente in giudicato, si ignorano totalmente le qualità canore.

Dimostrando a suon di fatti quale sia il livello, davvero infimo, dei frequentatori di questo nano-blog, avete avuto bisogno di un esegeta che v’illustrasse come i tre pilastri della medicina moderna si siano esibiti per una nobile causa e l’abbiano fatto in modo ironico. Capito?

L’affetto collaterale che io posso rilevare da quell’esibizione è che Roberto Burioni, per non essersi...

leggi tutto...

I Brutos

il blog di stefano Dec 21, 2021

Che stiamo vivendo un periodo tutt’altro che allegro, credo non si possa discutere.

Che abbiamo perso un certo numero di comici convertiti alla nuova religione, è cosa altrettanto fuori discussione. E, allora, come ci si tira su di morale?

Niente paura: ci pensano loro!: https://video.corriere.it/cronaca/covid-trio-crisanti-bassetti-pregliasco-canta-si-si-vax-note-jingle-bells/a409f7de-61c2-11ec-b501-5738353be174

Dopo i bei tempi dei neutrini della signora Gelmini, dopo i camion fermi al tunnel del Brennero, momentaneamente inesistente all’insaputa del ministro Danilo Toninelli, con il preludio dei virus striscianti e saltellanti della ministra Lorenzin siamo entrati trionfalmente nella pandemia. E qui abbiamo avuto i bambini cavie volontarie del professor Lopalco, abbiamo avuto Capitan Vaccino, abbiamo avuto il gelato in cambio della punturina miracolosa, abbiamo avuto la porchetta e, non in Italia (ma non disperiamo), abbiamo avuto la promessa di una prestazione...

leggi tutto...

Anche le cavie ridono

il blog di stefano Dec 21, 2021

Anche le tragedie più tragiche, se osservate in una certa maniera, hanno sfumature comiche. I canti danteschi dell’ottavo cerchio infernale ne sono un esempio.

Chi ha la ventura di vivere in quel cerchio che è l’esordio del primo trentennio del XXI secolo potrà farsi una risata, magari amara, della mail che ho appena ricevuto e che riporto verbatim:

Sul sito di EMA Europe troviamo oggi il documento sulle caratteristiche del vaccino Biontech.  Nel punto 6 a pagina 16, ci sono due ingredienti: ALC-0315 e ALC-0159 prodotti da Echelon Biosciences Inc. https://t.co/dlofxvWk3q
ALC-0315
, come puoi leggere nel documento in copertina sotto "Sfondo": Questo prodotto è solo per uso di ricerca e non per uso umano.  Questo prodotto è destinato alla ricerca e non all'uso umano.  https://t.co/WKXdZ9vxVM
Pertanto, la conclusione è abbastanza semplice.  I vaccini Biontech Pfizer e Moderna non possono essere...

leggi tutto...

Una laurea non si nega a nessuno

il blog di stefano Dec 20, 2021

Qualche anno fa un mediocre professore di anatomia che tira le carducciane paghe per il lesso presso una mediocre università italiana mi disse testualmente che “una laurea non si nega a nessuno.”

Cambiando del tutto argomento (l'incipit è solo la scusa per trovare un titolo), l’Italia gode delle conoscenze di un tale Pierpaolo Sileri che, citando verbatim Internet, “è un politico, chirurgo e accademico italiano, dal 1º marzo 2021 sottosegretario di Stato al Ministero della salute nel governo Draghi.” Insomma, mica pizza e fichi!

In un suo recente, illuminante intervento in quell’esempio di televisione che fa dell’obiettività e della completezza d’informazione la sua ragione di esistere (credo che tutti abbiano capito che parlo de La7) il politico, chirurgo e accademico ha edotto il popolo sul fatto che il famoso “vaccino” ricevuto per grazia divina al fine di combattere il terribile morbo...

leggi tutto...

Il testamento dell'agnello

il blog di stefano Dec 19, 2021

Molto di quanto è essenziale che io sappia per essere un uomo me lo insegnò mia madre: parole, poche; fatti, solo fatti e nient’altro. Uno dei pilastri del comportamento, almeno secondo quanto mi è stato infilato in testa, è il perdono: non un atteggiamento di facciata, ma qualcosa che ormai sgorga in modo naturale da quello che chi non conosce l’anatomia chiama cuore. Non un merito: solo un modo involontario di essere.

Se l’istinto, forse l’impulso, a perdonare ce l’ho dentro, e questo serve soprattutto a me perché mi fa vivere in pace con me stesso, da un po’ di tempo m’interrogo su quali siano i confini entro cui posso permettermi di giostrare. Io posso perdonare chi mi ha fatto del male. Di questo ho il diritto. Lo posso fare anche se chi mi ha offeso non se ne pente, semplicemente perché si tratta di fatti miei. Ma quando i fatti non sono più miei? Insomma, posso io perdonare qualcuno che...

leggi tutto...
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.